Shiller, premio nobel economia.

Il libro di Shiller, “Euforia irrazionale”, coglie perfettamente il profilo psicologico del risparmiatore, ponendo le basi del mondo finanziario.

Interessante il suo studio che porta conclusivamente all’affermazione principale del testo. Un aumento medio dei listini di borsa porta quasi sicuramente ad un successivo aumento dello stesso, con un effetto amplificativo. Uno dei riscontri più eclatanti è lo “schema Ponti”.

Ma ciò che veramente mi ha colpito in modo significativo è quasi nascosto, latente nel testo.

Il prezzo dei titoli segue un percorso indipendente, separandosi dalle fondamenta che hanno costituito la sua formazione. In altre parole, il prezzo potrebbe anche raddoppiare o triplicare di anno in anno, mentre gli utili potrebbero aumentare (o diminuire) di pochi punti percentuali.

È questo profondo scollamento che determina una differenziazione fra il rischio di impresa nel mercato reale e il rischio della stessa impresa nel mercato finanziario.

I due valori di rischio si sommano e l’economia generale diviene molto instabile.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...